Donna di genio per alcuni e "iena in gonnella" per altri, femminista ante litteram e accesa radicale, attenta traduttrice e saggista polemica e vivace, autrice di epistole appassionate e di scritti educativi di vario genere, Mary Wollstonecraft fu anche romanziera profondamente e autenticamente innovatrice nel suo delineare modelli femminili fuori dagli schemi e nel suo proiettarsi verso un modo di scrivere e fare letteratura che riuscisse a comprendere ed esprimere, non solo la complessa realtà e le contraddizioni di una società in rapida trasformazione, ma anche e soprattutto l'intima essenza di un universo femminile che non aveva ancora trovato il modo di esprimersi 'direttamente' e compiutamente come esperienza vissuta. Proprio su quest'aspetto della sua opera –ancora oggi in parte ingiustamente trascurato e del quale si offrono qui stralci significativi – si incentra l'analisi condotta nel presente volume. Un'analisi che, mentre indaga l'indissolubile intrecciarsi di dimensione appassionatamente (auto)biografica e di critica razionalmente consapevole della condizione femminile nella scrittura della Wollstonecraft creatrice di personaggi, intende altresì recuperare la dimensione di una Wollstonecraft che, con le sue contraddizioni, le sue aspirazioni e le sue mai sopite inquietudini di donna e d'artista, diviene personaggio ella stessa nella raffigurazione che Godwin ce ne restituisce nella biografia, anch'essa qui offerta ai lettori, in una traduzione con testo a fronte corredata da un ricco apparato critico.

Mary Wollstonecraft tra (auto)biografia e critica sociale. La sua narrativa e il 'Ritratto' di William Godwin.

PERSICO, Gemma
2012

Abstract

Donna di genio per alcuni e "iena in gonnella" per altri, femminista ante litteram e accesa radicale, attenta traduttrice e saggista polemica e vivace, autrice di epistole appassionate e di scritti educativi di vario genere, Mary Wollstonecraft fu anche romanziera profondamente e autenticamente innovatrice nel suo delineare modelli femminili fuori dagli schemi e nel suo proiettarsi verso un modo di scrivere e fare letteratura che riuscisse a comprendere ed esprimere, non solo la complessa realtà e le contraddizioni di una società in rapida trasformazione, ma anche e soprattutto l'intima essenza di un universo femminile che non aveva ancora trovato il modo di esprimersi 'direttamente' e compiutamente come esperienza vissuta. Proprio su quest'aspetto della sua opera –ancora oggi in parte ingiustamente trascurato e del quale si offrono qui stralci significativi – si incentra l'analisi condotta nel presente volume. Un'analisi che, mentre indaga l'indissolubile intrecciarsi di dimensione appassionatamente (auto)biografica e di critica razionalmente consapevole della condizione femminile nella scrittura della Wollstonecraft creatrice di personaggi, intende altresì recuperare la dimensione di una Wollstonecraft che, con le sue contraddizioni, le sue aspirazioni e le sue mai sopite inquietudini di donna e d'artista, diviene personaggio ella stessa nella raffigurazione che Godwin ce ne restituisce nella biografia, anch'essa qui offerta ai lettori, in una traduzione con testo a fronte corredata da un ricco apparato critico.
978-88-97461-16-6
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/20.500.11769/102155
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact