Il lavoro, introdotto da una prefazione di S. Bonfiglioli, e dal corsivo di G. Imbesi analizza le recenti evoluzioni della produzione industriale e le principali conseguenze territoriali di tali mutazioni. Il punto di partenza è l’osservazione di ciò che accade all’interno dell'organizzazione industriale allo scopo di comprendere gli effetti sulla localizzazione nel territorio delle attività produttive. La seconda e la terza parte approfondiscono alcune pratiche di pianificazione delle aree industriali, attraverso casi di studio europei riferiti ad aree a sviluppo marginale o in crisi. Il metodo utilizzato unisce allo studio della letteratura la verifica diretta, condotta attraverso sopralluoghi, interviste e raccolta ed analisi dei dati. Nella seconda parte si esamina il caso italiano, con particolare riferimento al fenomeno dei distretti industriali e il ruolo svolto dalle agenzie di sviluppo, effettuando inoltre un approfondimento sull'esperienza del Galles. Nella terza parte si indagano, alcuni casi del Mezzogiorno. Nel capitolo conclusivo si propongono alcuni elementi utili a definire un nuovo approccio alla pianificazione per gli insediamenti industriali che tenga conto della necessità di integrazione delle differenti componenti territoriali, oltre la semplice disponibilità di aree attrezzate.

Il Territorio dell'industria - Nuove strategie di pianificazione delle aree industriali in Europa

MARTINICO, Francesco
2001

Abstract

Il lavoro, introdotto da una prefazione di S. Bonfiglioli, e dal corsivo di G. Imbesi analizza le recenti evoluzioni della produzione industriale e le principali conseguenze territoriali di tali mutazioni. Il punto di partenza è l’osservazione di ciò che accade all’interno dell'organizzazione industriale allo scopo di comprendere gli effetti sulla localizzazione nel territorio delle attività produttive. La seconda e la terza parte approfondiscono alcune pratiche di pianificazione delle aree industriali, attraverso casi di studio europei riferiti ad aree a sviluppo marginale o in crisi. Il metodo utilizzato unisce allo studio della letteratura la verifica diretta, condotta attraverso sopralluoghi, interviste e raccolta ed analisi dei dati. Nella seconda parte si esamina il caso italiano, con particolare riferimento al fenomeno dei distretti industriali e il ruolo svolto dalle agenzie di sviluppo, effettuando inoltre un approfondimento sull'esperienza del Galles. Nella terza parte si indagano, alcuni casi del Mezzogiorno. Nel capitolo conclusivo si propongono alcuni elementi utili a definire un nuovo approccio alla pianificazione per gli insediamenti industriali che tenga conto della necessità di integrazione delle differenti componenti territoriali, oltre la semplice disponibilità di aree attrezzate.
88-492-0082-X
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/20.500.11769/103056
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact