The Aramaic incantation bowls from Sasanian Mesopotamia are the most important source we have for studying the everyday beliefs of the Jewish, Christian, Mandaean, Manichaean, Zoroastrian and Pagan communities on the eve of the Islamic conquests. In A Corpus of Syriac Incantation Bowls, Marco Moriggi presents new editions of forty-nine Syriac incantation bowls that were originally published between 1853 and 2012, with accompanying introductions, translations, philological notes, photographs and glossaries. Furthermore, there is a detailed analysis of the Estrangela and Manichaean scripts as used on the bowls, together with newly drawn script charts. In gathering, organising and updating most of the published Syriac bowls, this book provides a valuable resource for further research into both their language and content.

Le coppe magiche mesopotamiche sono la fonte più importante per lo studio delle credenze religiose e delle superstizioni delle comunità ebraiche, cristiane, mandee, manichee, zoroastriane e pagane dell'area mesopotamica in età sasanide. In "A Corpus of Syriac Incantation Bowls" Marco Moriggi presenta nuove edizioni di 49 coppe magiche siriache che furono pubblicate tra il 1853 e il 2012. Le edizioni sono accompagnate da introduzioni, note filologiche, fotografie e glossari. Inoltre il volume contiene un'analisi dettagliata delle scritture (estrangela e manichea) usate sulle coppe. Nel raccogliere, organizzare e aggiornare le edizioni della maggior parte del repertorio conosciuto delle coppe siriache, questo volume fornisce una risorsa fondamentale per la ricerca presente e futura sulla loro lingua e i loro contenuti.

A Corpus of Syriac Incantation Bowls. Syriac Magical Texts from Late-Antique Mesopotamia.

MORIGGI, MARCO
2014-01-01

Abstract

Le coppe magiche mesopotamiche sono la fonte più importante per lo studio delle credenze religiose e delle superstizioni delle comunità ebraiche, cristiane, mandee, manichee, zoroastriane e pagane dell'area mesopotamica in età sasanide. In "A Corpus of Syriac Incantation Bowls" Marco Moriggi presenta nuove edizioni di 49 coppe magiche siriache che furono pubblicate tra il 1853 e il 2012. Le edizioni sono accompagnate da introduzioni, note filologiche, fotografie e glossari. Inoltre il volume contiene un'analisi dettagliata delle scritture (estrangela e manichea) usate sulle coppe. Nel raccogliere, organizzare e aggiornare le edizioni della maggior parte del repertorio conosciuto delle coppe siriache, questo volume fornisce una risorsa fondamentale per la ricerca presente e futura sulla loro lingua e i loro contenuti.
978-90-04-27280-4
The Aramaic incantation bowls from Sasanian Mesopotamia are the most important source we have for studying the everyday beliefs of the Jewish, Christian, Mandaean, Manichaean, Zoroastrian and Pagan communities on the eve of the Islamic conquests. In A Corpus of Syriac Incantation Bowls, Marco Moriggi presents new editions of forty-nine Syriac incantation bowls that were originally published between 1853 and 2012, with accompanying introductions, translations, philological notes, photographs and glossaries. Furthermore, there is a detailed analysis of the Estrangela and Manichaean scripts as used on the bowls, together with newly drawn script charts. In gathering, organising and updating most of the published Syriac bowls, this book provides a valuable resource for further research into both their language and content.
coppe magiche mesopotamiche; siriaco; aramaico di Mesopotamia in età sasanide; dialettologia aramaica; mandaico; sincretismo iranico-mesopotamico; Aramaic incantation bowls; Syriac; Mesopotamian Aramaic in the Sasanian era; Aramaic dialectology; Mandaic
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Moriggi_A_Corpus_Syriac_Bowls_Brill_2014.pdf

non disponibili

Dimensione 7.85 MB
Formato Adobe PDF
7.85 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/20.500.11769/103217
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus 28
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact