L'autore ricostruisce l'itinerario letterario di Consolo, dall'esordio con "La ferita dell'aprile" al capolavoro "Il sorriso dell'ignoto marinaio", dalla magia barocca di "Retablo" alle pagine saggistico-narrative di "Le pietre di Pantalica", fino agli ultimi libri, variamente imperniati sul mito greco del ritorno. Un'intervista originale con l'autore e un'ampia bibliografia degli scritti di e su Consolo completano il volume.

Vincenzo Consolo

Giuseppe Traina
2001-01-01

Abstract

L'autore ricostruisce l'itinerario letterario di Consolo, dall'esordio con "La ferita dell'aprile" al capolavoro "Il sorriso dell'ignoto marinaio", dalla magia barocca di "Retablo" alle pagine saggistico-narrative di "Le pietre di Pantalica", fino agli ultimi libri, variamente imperniati sul mito greco del ritorno. Un'intervista originale con l'autore e un'ampia bibliografia degli scritti di e su Consolo completano il volume.
88-7923-261-4
Novecento, Sicilia, società, barocco, sperimentazione.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/20.500.11769/103958
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact