Public real estate management needs to reverse the trend; abandoned real estate should not be regarded as a burden to be got rid of as soon as possible, but should instead be treated as a resource for cultural, social and economic development. Its enhancement requires a new balance between increasing cultural values and innovating management systems. Such an approach includes social welfare as among the aims to be pursued in resource optimization, paving the way for a renewal of policies implemented by public administration over the last decades. The text examines the case of the Rudinì Winery in Pachino, a remembrance of productive past times in south-eastern Sicily. Unused buildings are lost opportunities and result in gradual deterioration and nullification of the investments made so far by the municipality. In this scenario, the project of reuse assumes the dual role of protecting the values of building heritage and steering the changes, depending on the development prospects of the territory.

La gestione del patrimonio immobiliare pubblico richiede un’inversione di tendenza: i beni dismessi non si devono considerare un peso di cui liberarsi al più presto, ma una risorsa per lo sviluppo culturale, sociale ed economico. La loro valorizzazione impone la ricerca di un nuovo equilibrio tra l’esigenza di incrementare le valenze culturali e l’innovazione dei sistemi di gestione. Tale approccio include il benessere sociale tra gli obiettivi da perseguire nell’ottimizzazione delle risorse, aprendo la strada a un rinnovamento delle politiche attuate negli ultimi decenni dalla pubblica amministrazione. Il testo analizza il caso dello stabilimento enologico Rudinì di Pachino, memoria del passato produttivo della Sicilia sud-orientale. Il mancato uso dell’edificio è un’opportunità perduta e ha come effetto il progressivo degrado e la vanificazione degli investimenti fino ad oggi effettuati dall’amministrazione comunale. In questo scenario, il progetto di riuso assume il duplice compito di tutelare i valori espressi dal patrimonio costruito e di orientare le trasformazioni in funzione delle prospettive di sviluppo del territorio.

Valorizzazione degli edifici dimenticati. Lo stabilimento enologico Rudinì. Enhancement of Abandoned Buildings. Rudinì Winery in Pachino

DE MEDICI, STEFANIA;SENIA, CARLA
2014

Abstract

La gestione del patrimonio immobiliare pubblico richiede un’inversione di tendenza: i beni dismessi non si devono considerare un peso di cui liberarsi al più presto, ma una risorsa per lo sviluppo culturale, sociale ed economico. La loro valorizzazione impone la ricerca di un nuovo equilibrio tra l’esigenza di incrementare le valenze culturali e l’innovazione dei sistemi di gestione. Tale approccio include il benessere sociale tra gli obiettivi da perseguire nell’ottimizzazione delle risorse, aprendo la strada a un rinnovamento delle politiche attuate negli ultimi decenni dalla pubblica amministrazione. Il testo analizza il caso dello stabilimento enologico Rudinì di Pachino, memoria del passato produttivo della Sicilia sud-orientale. Il mancato uso dell’edificio è un’opportunità perduta e ha come effetto il progressivo degrado e la vanificazione degli investimenti fino ad oggi effettuati dall’amministrazione comunale. In questo scenario, il progetto di riuso assume il duplice compito di tutelare i valori espressi dal patrimonio costruito e di orientare le trasformazioni in funzione delle prospettive di sviluppo del territorio.
978-88-568-4684-3
Public real estate management needs to reverse the trend; abandoned real estate should not be regarded as a burden to be got rid of as soon as possible, but should instead be treated as a resource for cultural, social and economic development. Its enhancement requires a new balance between increasing cultural values and innovating management systems. Such an approach includes social welfare as among the aims to be pursued in resource optimization, paving the way for a renewal of policies implemented by public administration over the last decades. The text examines the case of the Rudinì Winery in Pachino, a remembrance of productive past times in south-eastern Sicily. Unused buildings are lost opportunities and result in gradual deterioration and nullification of the investments made so far by the municipality. In this scenario, the project of reuse assumes the dual role of protecting the values of building heritage and steering the changes, depending on the development prospects of the territory.
valorizzazione, riuso, sviluppo territoriale integrato
enhancement, reuse, integrated local development
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/20.500.11769/104892
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact