Within of the international historical debate, the book "Frontiere" deals the connection between Western history and the history of the Arab world, especially on the role played by the British Empire in the Middle East region, during and after the First World War. Pinella Di Gregorio analyzes the imperial strategies and the nationalist arab movement, which are at origin of the composition of the structure of the contemporary Middle East. A process that was simultaneously political and cultural, of nomenclature and definition of geographical spaces through the drawing of the "borders" of domination and resistance, in a region that is often accused of nurturing feelings of irrational opposition to the West and to Europe.

Nell'ambito di un dibattito storiografico, il cui interesse è continuamente acceso dall’attualità, Frontiere è un libro sulla connessione tra storia dell’occidente e storia del mondo arabo, in particolar modo sul ruolo giocato dall'impero britannico nella regione mediorientale, a cavallo della prima guerra mondiale. Pinella di Gregorio analizza l'intreccio, tra strategie imperiali, contesti geopolitici e movimenti nazionalisti, che ha contribuito a comporre l'assetto del Medio Oriente contemporaneo. Un processo che è stato simultaneamente culturale e politico, di nomenclatura e definizione di spazi geografici e "frontiere", di dominio e resistenza, in una regione che viene spesso tacciata di nutrire sentimenti di irrazionale opposizione all'Occidente e all'Europa.

Frontiere. L'impero britannico e la costruzione del Medio oriente contemporaneo.

DI GREGORIO, Giuseppa
2012

Abstract

Nell'ambito di un dibattito storiografico, il cui interesse è continuamente acceso dall’attualità, Frontiere è un libro sulla connessione tra storia dell’occidente e storia del mondo arabo, in particolar modo sul ruolo giocato dall'impero britannico nella regione mediorientale, a cavallo della prima guerra mondiale. Pinella di Gregorio analizza l'intreccio, tra strategie imperiali, contesti geopolitici e movimenti nazionalisti, che ha contribuito a comporre l'assetto del Medio Oriente contemporaneo. Un processo che è stato simultaneamente culturale e politico, di nomenclatura e definizione di spazi geografici e "frontiere", di dominio e resistenza, in una regione che viene spesso tacciata di nutrire sentimenti di irrazionale opposizione all'Occidente e all'Europa.
978-88-430-6770-1
Within of the international historical debate, the book "Frontiere" deals the connection between Western history and the history of the Arab world, especially on the role played by the British Empire in the Middle East region, during and after the First World War. Pinella Di Gregorio analyzes the imperial strategies and the nationalist arab movement, which are at origin of the composition of the structure of the contemporary Middle East. A process that was simultaneously political and cultural, of nomenclature and definition of geographical spaces through the drawing of the "borders" of domination and resistance, in a region that is often accused of nurturing feelings of irrational opposition to the West and to Europe.
British Empire; Middle East; Nation-State
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/20.500.11769/106837
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact