La maggior parte delle riflessioni sulla storia recente del pianeta considera centrale la relazione tra uomo e natura. Questi due termini, utilizzati dalla maggior parte degli studiosi negli ultimi secoli, nascondono però una precisa costruzione di un modello di dominio, in cui l'uomo detiene il compito di gestire la sfera della natura, secondo un'idea specificamente europea. Il volume si interroga sul ruolo assegnato a quella che è stata definita natura nella tradizione occidentale e sulle motivazioni dei comportamenti antiecologici, propri dell'esperienza delle società umane degli ultimi secoli. La costruzione dell'idea di natura, la distanza creata tra la biosfera e le società umane, l'esclusione delle comunità ecologiche dallo spazio delle città, sono processi che appartengono al modello di dominio che ha caratterizzato l'esperienza umana degli ultimi secoli. Una società che si pone come limite temporale l'esaurimento delle risorse del pianeta è evidentemente destinata al fallimento. Diventa dunque essenziale proporre una riflessione in termini differenti, perché è necessario costruire una nuova relazione tra comunità umane e comunità ecologiche.

Dominio, natura, democrazia. Comunità umane e comunità ecologiche

TORRE, SALVATORE
2012

Abstract

La maggior parte delle riflessioni sulla storia recente del pianeta considera centrale la relazione tra uomo e natura. Questi due termini, utilizzati dalla maggior parte degli studiosi negli ultimi secoli, nascondono però una precisa costruzione di un modello di dominio, in cui l'uomo detiene il compito di gestire la sfera della natura, secondo un'idea specificamente europea. Il volume si interroga sul ruolo assegnato a quella che è stata definita natura nella tradizione occidentale e sulle motivazioni dei comportamenti antiecologici, propri dell'esperienza delle società umane degli ultimi secoli. La costruzione dell'idea di natura, la distanza creata tra la biosfera e le società umane, l'esclusione delle comunità ecologiche dallo spazio delle città, sono processi che appartengono al modello di dominio che ha caratterizzato l'esperienza umana degli ultimi secoli. Una società che si pone come limite temporale l'esaurimento delle risorse del pianeta è evidentemente destinata al fallimento. Diventa dunque essenziale proporre una riflessione in termini differenti, perché è necessario costruire una nuova relazione tra comunità umane e comunità ecologiche.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/20.500.11769/106866
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact