La conoscenza delle trasformazioni storiche e urbanistiche di una città, dell’evoluzione della sua immagine architettonica e del modo di costruire tipico della tradizione locale è un presupposto fondamentale per intervenire sull’esistente, sia in termini di scelte compositive che di soluzioni tecnologiche da adottare, al fine di trasformare correttamente il patrimonio edilizio in modo da interpretarlo come bene collettivo e occasione di crescita economica e culturale. Questo lavoro intende approfondire proprio questi aspetti, incentrando l’analisi sulla realtà catanese di inizio Novecento, ovvero su un particolare momento storico della città etnea, un periodo caratterizzato da grandi speranze (di crescita economica e sociale) ma anche da inesorabili e imperdonabili delusioni. Lo studio si sviluppa in tre fasi che di questi aspetti sono una necessaria articolazione. Si comincia con un inquadramento storico, non solo delle vicende politiche e urbanistiche della città, ma anche dell’economia e dell’ambiente culturale catanese; si prosegue con un’analisi dell’espressione locale dei linguaggi architettonici di inizio novecento, allo scopo di rilevare quanto e come essi abbiano influito sull’immagine urbana e sulla cultura architettonica cittadina; e, infine, si conclude con un’approfondita disamina degli aspetti più strettamente tecnologici, indagando sui materiali, sui prodotti edilizi presenti in commercio, sulle tecnologie tipiche di quegli anni, sui luoghi di produzione, sulle modalità di posa in opera, sugli accorgimenti adoperati nella comune pratica del fabbricare. La volontà è quella di offrire un contributo che sia a metà tra il sapere teorico (della letteratura di settore) e quello pratico (del cantiere), sottolineando l’importanza di una lettura critica e olistica del patrimonio immobiliare che è espressione di processi culturali, di trasformazioni economiche ma anche di un sapere tecnico rintracciabile attraverso documenti d’epoca ma anche testimonianze di anziane maestranze.

Conoscere, concepire, costruire. La produzione edilizia catanese del primo novecento.

CAPONETTO, ROSA GIUSEPPINA
2015

Abstract

La conoscenza delle trasformazioni storiche e urbanistiche di una città, dell’evoluzione della sua immagine architettonica e del modo di costruire tipico della tradizione locale è un presupposto fondamentale per intervenire sull’esistente, sia in termini di scelte compositive che di soluzioni tecnologiche da adottare, al fine di trasformare correttamente il patrimonio edilizio in modo da interpretarlo come bene collettivo e occasione di crescita economica e culturale. Questo lavoro intende approfondire proprio questi aspetti, incentrando l’analisi sulla realtà catanese di inizio Novecento, ovvero su un particolare momento storico della città etnea, un periodo caratterizzato da grandi speranze (di crescita economica e sociale) ma anche da inesorabili e imperdonabili delusioni. Lo studio si sviluppa in tre fasi che di questi aspetti sono una necessaria articolazione. Si comincia con un inquadramento storico, non solo delle vicende politiche e urbanistiche della città, ma anche dell’economia e dell’ambiente culturale catanese; si prosegue con un’analisi dell’espressione locale dei linguaggi architettonici di inizio novecento, allo scopo di rilevare quanto e come essi abbiano influito sull’immagine urbana e sulla cultura architettonica cittadina; e, infine, si conclude con un’approfondita disamina degli aspetti più strettamente tecnologici, indagando sui materiali, sui prodotti edilizi presenti in commercio, sulle tecnologie tipiche di quegli anni, sui luoghi di produzione, sulle modalità di posa in opera, sugli accorgimenti adoperati nella comune pratica del fabbricare. La volontà è quella di offrire un contributo che sia a metà tra il sapere teorico (della letteratura di settore) e quello pratico (del cantiere), sottolineando l’importanza di una lettura critica e olistica del patrimonio immobiliare che è espressione di processi culturali, di trasformazioni economiche ma anche di un sapere tecnico rintracciabile attraverso documenti d’epoca ma anche testimonianze di anziane maestranze.
978-88-548-8162-4
materiali della tradizione costruttiva, produzione edilizia novecento, tecnologie costruttive storiche,
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/20.500.11769/107590
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact