Elettra, Alcesti, Fedra. Gli spazi scenici tra allestimenti storici e contaminazioni contemporanee