Il canto e la parola nella drammaturgia di Divara