La dimensione storica dell’educazione è stata investita, negli ultimi decenni, da molteplici e profondi cambiamenti, che ne hanno trasformato il modo di svolgerne l’indagine scientifica. Il confronto con discipline “distanti” dalla pedagogia, come la demografia, l’economia, la storia dell’arte, la medicina, ha delineato un’immagine più complessa dell’educazione nella storia sociale, ed ha richiesto approfondimenti su alcuni aspetti trascurati dalla precedente storiografia pedagogica, come l’immaginario sociale, il vissuto come “quotidiana” formazione, le istituzioni. Tra queste ultime il carcere, luogo tematico certamente presente nella letteratura pedagogica, ma scarsamente approfondito dalla ricerca storico-educativa. Il volume tenta di rispondere alla duplice esigenza di ampliare gli spazi della ricerca storico-educativa tradizionale, essenzialmente concentrata sull’istituzione scolastica, introducendo il tema della funzione pedagogica della pena nella storia sociale e nel carcere, e di richiamare la centralità del momento educativo nella prevenzione e nel recupero di coloro che “deviano” dalle regole socialmente condivise, motivo, questo, da molti apprezzato come reale avvio dei processi storici di democratizzazione degli stati moderni.

L'educazione in carcere. Profili storico pedagogici della pena

LENTINI, STEFANO
2012-01-01

Abstract

La dimensione storica dell’educazione è stata investita, negli ultimi decenni, da molteplici e profondi cambiamenti, che ne hanno trasformato il modo di svolgerne l’indagine scientifica. Il confronto con discipline “distanti” dalla pedagogia, come la demografia, l’economia, la storia dell’arte, la medicina, ha delineato un’immagine più complessa dell’educazione nella storia sociale, ed ha richiesto approfondimenti su alcuni aspetti trascurati dalla precedente storiografia pedagogica, come l’immaginario sociale, il vissuto come “quotidiana” formazione, le istituzioni. Tra queste ultime il carcere, luogo tematico certamente presente nella letteratura pedagogica, ma scarsamente approfondito dalla ricerca storico-educativa. Il volume tenta di rispondere alla duplice esigenza di ampliare gli spazi della ricerca storico-educativa tradizionale, essenzialmente concentrata sull’istituzione scolastica, introducendo il tema della funzione pedagogica della pena nella storia sociale e nel carcere, e di richiamare la centralità del momento educativo nella prevenzione e nel recupero di coloro che “deviano” dalle regole socialmente condivise, motivo, questo, da molti apprezzato come reale avvio dei processi storici di democratizzazione degli stati moderni.
978-88-88477-2-44
Carcere ed educazione; Devianza e formazione; Diritto e Pedagogia
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/20.500.11769/249180
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact