Nella società e nella cultura della postmodernità, l’adolescenza rappresenta l’età in cui l’individuo si trova inevitabilmente costretto a percorrere un sentiero tortuoso, irto di numerose difficoltà, in cui, molte volte, perde il senso dell’orientamento e sperimenta situazioni esistenziali che, nell’ambito delle scienze umane, vengono definite a rischio psicosociale. Cos’è il rischio psicosociale e quali sono le principali situazioni esistenziali ad esso connesse? Chi sono, nella nostra società, gli adolescenti a rischio psicosociali? Quali potrebbero essere le proposte operative e/o gli strumenti possibili per aiutare questi giovani ad elaborare un “sano” progetto esistenziale? Per rispondere a queste domande, il testo propone: la ricognizione di alcuni profili di adolescenza, colti e interpretati secondo le linee di pensiero di alcuni illustri studiosi; la disamina dei principali fattori ambientali con cui l’adolescente della nostra società interagisce quotidianamente e che, a volte, lo espongono verso situazioni di rischio psicosociale; infine, i criteri per elaborare, in termini progettuali ed operativi, interventi didattico-formativi a favore degli adolescenti che vivono nelle comunità alloggio. Il testo si rivolge principalmente ad educatori, studenti e ricercatori che intendono non solo approfondire, in termini teorici, il tema dell’adolescenza a rischio psicosociale, ma anche organizzare percorsi didattici per ragazzi difficili in contesti speciali dell’educazione. Anche i genitori possono trovare, in questo testo, alcune risposte riguardo alle difficoltà che i figli incontrano durante questa fase complessa della vita.

Adolescenti a rischio psicosociale. Dalla riflessione all'azione

MUSCARA', CORRADO
2008-01-01

Abstract

Nella società e nella cultura della postmodernità, l’adolescenza rappresenta l’età in cui l’individuo si trova inevitabilmente costretto a percorrere un sentiero tortuoso, irto di numerose difficoltà, in cui, molte volte, perde il senso dell’orientamento e sperimenta situazioni esistenziali che, nell’ambito delle scienze umane, vengono definite a rischio psicosociale. Cos’è il rischio psicosociale e quali sono le principali situazioni esistenziali ad esso connesse? Chi sono, nella nostra società, gli adolescenti a rischio psicosociali? Quali potrebbero essere le proposte operative e/o gli strumenti possibili per aiutare questi giovani ad elaborare un “sano” progetto esistenziale? Per rispondere a queste domande, il testo propone: la ricognizione di alcuni profili di adolescenza, colti e interpretati secondo le linee di pensiero di alcuni illustri studiosi; la disamina dei principali fattori ambientali con cui l’adolescente della nostra società interagisce quotidianamente e che, a volte, lo espongono verso situazioni di rischio psicosociale; infine, i criteri per elaborare, in termini progettuali ed operativi, interventi didattico-formativi a favore degli adolescenti che vivono nelle comunità alloggio. Il testo si rivolge principalmente ad educatori, studenti e ricercatori che intendono non solo approfondire, in termini teorici, il tema dell’adolescenza a rischio psicosociale, ma anche organizzare percorsi didattici per ragazzi difficili in contesti speciali dell’educazione. Anche i genitori possono trovare, in questo testo, alcune risposte riguardo alle difficoltà che i figli incontrano durante questa fase complessa della vita.
978-88-8232-604-3
adolescenti; rischio; educazione
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/20.500.11769/249743
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact