L’ex convento di S. Antonio da Padova, restaurato e concesso al comune di Noto è stato destinato a Museo del Barocco con progetto del Dipartimento DICAR unict. Il progetto, assunto che il museo non può essere la trasposizione dei monumenti e degli spazi urbani barocchi in uno spazio chiuso, si pone come contributo alla conoscenza del contesto socio-economico e tecnico-culturale che ha dato luogo ad una città d’arte.

PROGETTO DI RIUSO DELL’EX CONVENTO DI S. ANTONIO COME MUSEO DEL BAROCCO DI NOTO

C. Fianchino;M. Galizia;G. Sciuto
2018

Abstract

L’ex convento di S. Antonio da Padova, restaurato e concesso al comune di Noto è stato destinato a Museo del Barocco con progetto del Dipartimento DICAR unict. Il progetto, assunto che il museo non può essere la trasposizione dei monumenti e degli spazi urbani barocchi in uno spazio chiuso, si pone come contributo alla conoscenza del contesto socio-economico e tecnico-culturale che ha dato luogo ad una città d’arte.
978-88-492-3659-0
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/20.500.11769/353026
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact