Il saggio, i cui capitoli sono tutti inediti, è dedicato all'esplorazione dell'officina poetica leopardiana, e mira a rintracciare le relazioni intrattenute dalle canzoni (nello specifico "Ad Angelo Mai" e "Alla sua donna") con abbozzi, schemi preparatori, e soprattutto con il complesso e affascinante sistema delle varianti alternative. Dai capitoli emerge appunto l'importanza delle varia lectio e delle varianti rifiutate ai fini di un'interpretazione che vede in esse non solo un mero deposito linguistico, ma soprattutto dei vettori semantici portatori di inedite stratificazioni di senso.

Il "disegno della poesia". Genesi, correzioni e varianti dei "Canti" leopardiani

Di Silvestro
2018

Abstract

Il saggio, i cui capitoli sono tutti inediti, è dedicato all'esplorazione dell'officina poetica leopardiana, e mira a rintracciare le relazioni intrattenute dalle canzoni (nello specifico "Ad Angelo Mai" e "Alla sua donna") con abbozzi, schemi preparatori, e soprattutto con il complesso e affascinante sistema delle varianti alternative. Dai capitoli emerge appunto l'importanza delle varia lectio e delle varianti rifiutate ai fini di un'interpretazione che vede in esse non solo un mero deposito linguistico, ma soprattutto dei vettori semantici portatori di inedite stratificazioni di senso.
978 88 6025 439 9
Filologia d'autore, Manoscritti, Abbozzi, Varianti
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/20.500.11769/369304
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact