Il patrimonio architettonico dei centri storici europei è fortemente connotato da numerosi edifici religiosi che hanno rappresentato un punto di riferimento per la comunità degli abitanti. Oggi una parte considerevole di tale patrimonio è sottoutilizzata o in disuso; la mancata manutenzione programmata inoltre contribuisce ad accelerare non solo i processi di decadimento di queste fabbriche ma, di conseguenza, anche fenomeni di degrado nel tessuto urbano e sociale e la perdita di importanti testimonianze della tradizione tecnico-costruttiva premoderna. Il dibattito scientifico focalizza la sua attenzione sulla necessità di salvaguardare tali emergenze architettoniche anche attraverso buone pratiche di riuso tali da garantirne la sopravvivenza, rispettose delle indicazioni contenute nelle più recenti Carte del Restauro e nelle Linee Guida 2018 promosse dal Vaticano. Il contributo qui presentato si inserisce in questo contesto, proponendo soluzioni progettuali differenti per alcuni casi studio di recupero e riuso compatibile, che ambiscano a diventare elementi catalizzatori anche per la rigenerazione socio-urbana.

Architetture religiose in disuso: un patrimonio da recuperare

Alessandro Lo Faro
;
Attilio Mondello;Angelo Salemi;
2019

Abstract

Il patrimonio architettonico dei centri storici europei è fortemente connotato da numerosi edifici religiosi che hanno rappresentato un punto di riferimento per la comunità degli abitanti. Oggi una parte considerevole di tale patrimonio è sottoutilizzata o in disuso; la mancata manutenzione programmata inoltre contribuisce ad accelerare non solo i processi di decadimento di queste fabbriche ma, di conseguenza, anche fenomeni di degrado nel tessuto urbano e sociale e la perdita di importanti testimonianze della tradizione tecnico-costruttiva premoderna. Il dibattito scientifico focalizza la sua attenzione sulla necessità di salvaguardare tali emergenze architettoniche anche attraverso buone pratiche di riuso tali da garantirne la sopravvivenza, rispettose delle indicazioni contenute nelle più recenti Carte del Restauro e nelle Linee Guida 2018 promosse dal Vaticano. Il contributo qui presentato si inserisce in questo contesto, proponendo soluzioni progettuali differenti per alcuni casi studio di recupero e riuso compatibile, che ambiscano a diventare elementi catalizzatori anche per la rigenerazione socio-urbana.
978-88-85745-31-5
religious heritage, compatible reuse, conservation strategy, traditional building techniques, Eastern Sicily
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/20.500.11769/373259
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact