Tra i nuovi contaminanti rilevanti per l’ambiente uno dei ruoli più significativi è sicuramente giocato dai prodotti farmaceutici per uso umano, veterinario e agricolo. L’impatto ambientale di questi prodotti è, da alcuni anni, oggetto d’attenzione sia per il mondo accademico che per quello legislativo. I farmaci maggiormente presenti nell’ambiente sono antinfiammatori e antibiotici. A causa del loro uso estensivo, la maggior parte dei contributi scientifici suggeriscono che le Tetracicline siano tra gli antibiotici maggiormente presenti nei diversi comparti ecologici. Questi antibiotici vengono ampiamente utilizzati in medicina, in veterinaria e come agenti promotori della crescita negli allevamenti. La loro presenza nel suolo, quasi ubiquitaria, potrebbe causare seri danni al microbiota edafico e alla microfauna Molti studi hanno dimostrato i danni arrecati dagli antibiotici in generale, e dalla tetraciclina in particolare, sui nematodi liberi del suolo; poco invece è noto dell’interazione antibiotici-Nematodi entomopatogeni (EPN). Gli EPN sono stati usati, durante le ultime decadi, nel controllo biologico in agricoltura, grazie alla loro abilità nel penetrare all’interno del corpo di artropodi uccidendoli grazie a un complesso meccanismo simbiotico con specifici batteri Gram negativi appartenenti alla famiglia delle Enterobacteriacae. Poiché è nota l’azione della Tetraciclina contro i batteri Gram negativi, in questo studio abbiamo voluto verificare la sopravvivenza, la crescita e la patogenicità di due specie di EPN, Steinernema vulcanicum and S. feltiae e dei loro batteri simbionti in presenza di Tetraciclina. 19

Effetti della Tetraciclina sui nematodi entomopatogeni e sui loro batteri

D. Leone;M. Clausi;E. Conti;G. Rappazzo;M. T. Vinciguerra
2019

Abstract

Tra i nuovi contaminanti rilevanti per l’ambiente uno dei ruoli più significativi è sicuramente giocato dai prodotti farmaceutici per uso umano, veterinario e agricolo. L’impatto ambientale di questi prodotti è, da alcuni anni, oggetto d’attenzione sia per il mondo accademico che per quello legislativo. I farmaci maggiormente presenti nell’ambiente sono antinfiammatori e antibiotici. A causa del loro uso estensivo, la maggior parte dei contributi scientifici suggeriscono che le Tetracicline siano tra gli antibiotici maggiormente presenti nei diversi comparti ecologici. Questi antibiotici vengono ampiamente utilizzati in medicina, in veterinaria e come agenti promotori della crescita negli allevamenti. La loro presenza nel suolo, quasi ubiquitaria, potrebbe causare seri danni al microbiota edafico e alla microfauna Molti studi hanno dimostrato i danni arrecati dagli antibiotici in generale, e dalla tetraciclina in particolare, sui nematodi liberi del suolo; poco invece è noto dell’interazione antibiotici-Nematodi entomopatogeni (EPN). Gli EPN sono stati usati, durante le ultime decadi, nel controllo biologico in agricoltura, grazie alla loro abilità nel penetrare all’interno del corpo di artropodi uccidendoli grazie a un complesso meccanismo simbiotico con specifici batteri Gram negativi appartenenti alla famiglia delle Enterobacteriacae. Poiché è nota l’azione della Tetraciclina contro i batteri Gram negativi, in questo studio abbiamo voluto verificare la sopravvivenza, la crescita e la patogenicità di due specie di EPN, Steinernema vulcanicum and S. feltiae e dei loro batteri simbionti in presenza di Tetraciclina. 19
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/20.500.11769/374555
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact