Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità alcuni interventi strutturali di risanamento ambientale potrebbero ridurre la mortalità generale di quasi il 20%. Nel nostro Paese è dunque di vitale importanza occuparsi di questioni ambientali e sanitarie. Negli ultimi 30 anni numerose attività di formazione sul tema Salute ed Ambiente sono state organizzate da istituzioni centrali e locali, tuttavia, gli operatori del Servizio Sanitario Nazionale (SSN) e del Sistema Nazionale di Protezione Ambientale (SNPA) soffrono, soprattutto in alcune Regioni, dell’assenza di un programma formativo organico e condiviso che fornisca loro i necessari strumenti conoscitivi. Conoscenze, linguaggi e pratiche comuni sono, ad oggi, carenti con conseguenze negative sull’operato dei servizi e dei medici di medicina generale. La situazione è ulteriormente aggravata dalla mancanza formativa anche a livello universitario sia nei corsi di laurea sia nei corsi di specializzazione. La Conferenza interministeriale su Ambiente e Salute di Ostrava del 2017 ha stimolato i Governi e I Ministeri dell’Ambiente e della Salute di tutta l’Europa a una maggiore collaborazione e a lavorare insieme, specie sul tema della formazione. Anche il Piano Nazionale delle Prevenzione (2014-2018) ha previsto la tematica “Ambiente e Salute” tra le proprie attività e la collaborazione tra il SSN ed il SNPA è fondamentale per lo svolgimento di attività integrate efficienti ed efficaci. A fine 2017 il Ministero della Salute ha organizzato e istituito una “task-force Ambiente e Salute”, composta da rappresentanti dei due Ministeri interessati, esperti dei temi provenienti da tutte le regioni italiane e dalle diverse istituzioni nazionali e regionali interessate, allo scopo di rilevare le maggiori criticità nei settori rilevanti quali il settore pubblico (SSN e SNPA), i Medici di Medicina Generale (MMG) e i Pediatri di libera scelta (PLS), nella formazione universitaria durante il corso di laurea e nella specializzazione post laurea e formulare proposte operative nei vari settori. Viene altresì formulata una proposta di Curriculum Formativo Unico Ambiente e Salute che può essere tuttavia modulato per destinatari diversi quali operatori del sistema pubblico (SSN, SNPA), MMG e PLS, Scuole di Specializzazione (specie Igiene, ma anche Medicina del Lavoro, Tossicologia, Cardiologia, Pneumologia), corsi universitari in Medicina, Biologia e altri eventualmente da identificare. Non si può ignorare che sul tema Ambiente e Salute si registrino numerosi aspetti critici nell’attribuzione delle competenze tra strutture ARPA e SSN, una formazione generale su questi aspetti ancora insufficiente ed eterogenea, e evidenti differenze inter-regionali che rendono necessari programmi di azione e di formazione coordinati, coerenti e non settoriali.

La formazione degli operatori Sanitari sui temi ambientali

M. Ferrante
2018

Abstract

Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità alcuni interventi strutturali di risanamento ambientale potrebbero ridurre la mortalità generale di quasi il 20%. Nel nostro Paese è dunque di vitale importanza occuparsi di questioni ambientali e sanitarie. Negli ultimi 30 anni numerose attività di formazione sul tema Salute ed Ambiente sono state organizzate da istituzioni centrali e locali, tuttavia, gli operatori del Servizio Sanitario Nazionale (SSN) e del Sistema Nazionale di Protezione Ambientale (SNPA) soffrono, soprattutto in alcune Regioni, dell’assenza di un programma formativo organico e condiviso che fornisca loro i necessari strumenti conoscitivi. Conoscenze, linguaggi e pratiche comuni sono, ad oggi, carenti con conseguenze negative sull’operato dei servizi e dei medici di medicina generale. La situazione è ulteriormente aggravata dalla mancanza formativa anche a livello universitario sia nei corsi di laurea sia nei corsi di specializzazione. La Conferenza interministeriale su Ambiente e Salute di Ostrava del 2017 ha stimolato i Governi e I Ministeri dell’Ambiente e della Salute di tutta l’Europa a una maggiore collaborazione e a lavorare insieme, specie sul tema della formazione. Anche il Piano Nazionale delle Prevenzione (2014-2018) ha previsto la tematica “Ambiente e Salute” tra le proprie attività e la collaborazione tra il SSN ed il SNPA è fondamentale per lo svolgimento di attività integrate efficienti ed efficaci. A fine 2017 il Ministero della Salute ha organizzato e istituito una “task-force Ambiente e Salute”, composta da rappresentanti dei due Ministeri interessati, esperti dei temi provenienti da tutte le regioni italiane e dalle diverse istituzioni nazionali e regionali interessate, allo scopo di rilevare le maggiori criticità nei settori rilevanti quali il settore pubblico (SSN e SNPA), i Medici di Medicina Generale (MMG) e i Pediatri di libera scelta (PLS), nella formazione universitaria durante il corso di laurea e nella specializzazione post laurea e formulare proposte operative nei vari settori. Viene altresì formulata una proposta di Curriculum Formativo Unico Ambiente e Salute che può essere tuttavia modulato per destinatari diversi quali operatori del sistema pubblico (SSN, SNPA), MMG e PLS, Scuole di Specializzazione (specie Igiene, ma anche Medicina del Lavoro, Tossicologia, Cardiologia, Pneumologia), corsi universitari in Medicina, Biologia e altri eventualmente da identificare. Non si può ignorare che sul tema Ambiente e Salute si registrino numerosi aspetti critici nell’attribuzione delle competenze tra strutture ARPA e SSN, una formazione generale su questi aspetti ancora insufficiente ed eterogenea, e evidenti differenze inter-regionali che rendono necessari programmi di azione e di formazione coordinati, coerenti e non settoriali.
formazione, operatori Sanitari,i ambientali
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/20.500.11769/375352
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact