Introduzione La salute umana è fortemente influenzata dai vari fattori ambientali tipici delle società industrializzate. Negli ultimi anni infatti, l’inquinamento ambientale ha assunto un ruolo primario nell’interesse dei cittadini e dei politici, a causa dei suoi molteplici effetti su clima, economia, qualità della vita e più specificamente sulla salute. I cittadini rivestono un duplice ruolo che consiste sia nella produzione dell’inquinamento che nella sua riduzione, attraverso i comportamenti adottati. Inoltre, la loro percezione del rischio e di conseguenza i loro atteggiamenti, sono influenzati da vari determinanti quali caratteristiche culturali, psicologiche, sociali, fiducia nelle istituzioni e influenza dei media. Materiali e Metodi Il Gdl “Salute e Ambiente” ha condotto uno studio con lo scopo di indagare le fonti di informazione, la percezione del rischio, gli atteggiamenti ed i comportamenti nei confronti dell’inquinamento ambientale. Questo è stato svolto su studenti universitari appartenenti ai corsi di studio umanistico-sociali e scientifico-sanitari, nel periodo che andava dal 27/11/2018 al 17/01/2018. La presenza di differenze significative tra gli studenti appartenenti a queste due diverse aree, sono state valutate attraverso l’utilizzo del test statistico di Mann-Whitney sulle mediane ottenute dal punteggio delle risposte. Risultati Sono stati raccolti 220 questionari nell’area umanistico-sociale e 220 nell’area scientifico-sanitaria. I risultati dei questionari raccolti nella città di Pisa mostrano che, entrambi i gruppi di studenti, utilizzano internet e i social come fonti di informazione principali, ritengono la loro informazione “veritiera ma incompleta” e “incompleta” la conoscenza sulle relazione fra salute e ambiente. Per quanto riguarda le fonti di informazione, gli studenti dell’area scientifico-sanitaria hanno una fiducia significativamente più alta nel “comune”, rispetto agli studenti dell’area umanistico-sociale. Inoltre gli studenti dell’area umanistica ritengono che i “cibi geneticamente modificati (OGM)” costituiscono un rischio maggiore per la salute umana rispetto agli studenti dell’area scientifica. Discussione Da questi dati preliminari emerge che la percezione del rischio sui problemi legati all’inquinamento ambientale ed ai suoi effetti sulla salute, pur essendo sovrastimata in entrambi i gruppi, risulta maggiore negli studenti dell’area umanistica.

Analisi della percezione del rischio ambientale tra gli studenti dell’Università di Pisa

Fiore M.;Ferrante M.;
2018

Abstract

Introduzione La salute umana è fortemente influenzata dai vari fattori ambientali tipici delle società industrializzate. Negli ultimi anni infatti, l’inquinamento ambientale ha assunto un ruolo primario nell’interesse dei cittadini e dei politici, a causa dei suoi molteplici effetti su clima, economia, qualità della vita e più specificamente sulla salute. I cittadini rivestono un duplice ruolo che consiste sia nella produzione dell’inquinamento che nella sua riduzione, attraverso i comportamenti adottati. Inoltre, la loro percezione del rischio e di conseguenza i loro atteggiamenti, sono influenzati da vari determinanti quali caratteristiche culturali, psicologiche, sociali, fiducia nelle istituzioni e influenza dei media. Materiali e Metodi Il Gdl “Salute e Ambiente” ha condotto uno studio con lo scopo di indagare le fonti di informazione, la percezione del rischio, gli atteggiamenti ed i comportamenti nei confronti dell’inquinamento ambientale. Questo è stato svolto su studenti universitari appartenenti ai corsi di studio umanistico-sociali e scientifico-sanitari, nel periodo che andava dal 27/11/2018 al 17/01/2018. La presenza di differenze significative tra gli studenti appartenenti a queste due diverse aree, sono state valutate attraverso l’utilizzo del test statistico di Mann-Whitney sulle mediane ottenute dal punteggio delle risposte. Risultati Sono stati raccolti 220 questionari nell’area umanistico-sociale e 220 nell’area scientifico-sanitaria. I risultati dei questionari raccolti nella città di Pisa mostrano che, entrambi i gruppi di studenti, utilizzano internet e i social come fonti di informazione principali, ritengono la loro informazione “veritiera ma incompleta” e “incompleta” la conoscenza sulle relazione fra salute e ambiente. Per quanto riguarda le fonti di informazione, gli studenti dell’area scientifico-sanitaria hanno una fiducia significativamente più alta nel “comune”, rispetto agli studenti dell’area umanistico-sociale. Inoltre gli studenti dell’area umanistica ritengono che i “cibi geneticamente modificati (OGM)” costituiscono un rischio maggiore per la salute umana rispetto agli studenti dell’area scientifica. Discussione Da questi dati preliminari emerge che la percezione del rischio sui problemi legati all’inquinamento ambientale ed ai suoi effetti sulla salute, pur essendo sovrastimata in entrambi i gruppi, risulta maggiore negli studenti dell’area umanistica.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/20.500.11769/376923
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact