L’infermità di mente rappresenta un argomento centrale del sistema penale, che interessa diversi piani di giudizio, coinvolgendo peraltro sia la fase di cognizione che di esecuzione, tanto l’autore di fatti previsti dalla legge come reato quanto la vittima degli stessi. Nell’ambito della trattazione, oggetto di specifica attenzione è la tematica del vizio parziale di mente. Per la marginalità delle ipotesi di totale infermità psichica, è proprio la seminfermità, quale circostanza attenuante inerente alla persona del colpevole, a richiedere maggiori riflessioni e una rivisitazione del campo di indagine, per quanto concerne i criteri normativi di riconoscimento e le modalità di accertamento e di “quantificazione”. Analoga considerazione merita la questione relativa al cumulo della pena e della misura di sicurezza, trattandosi di un contesto in cui si esplica pienamente il tanto discusso sistema del doppio binario. Al fine di adeguare lo spazio di operatività del vizio di mente alle evoluzioni sociali e a quelle medico-scientifiche, in un contesto in cui si incontrano (e talvolta scontrano) le conoscenze giuridiche e le ricerche empiriche, un posto di primo piano occupano ormai gli studi neuroscientifici e di genetica comportamentale, anche al fine di valutare il ruolo dei fattori emotivi sul comportamento umano.

La seminfermità di mente. I diversi piani del giudizio

Simona Tigano
2022

Abstract

L’infermità di mente rappresenta un argomento centrale del sistema penale, che interessa diversi piani di giudizio, coinvolgendo peraltro sia la fase di cognizione che di esecuzione, tanto l’autore di fatti previsti dalla legge come reato quanto la vittima degli stessi. Nell’ambito della trattazione, oggetto di specifica attenzione è la tematica del vizio parziale di mente. Per la marginalità delle ipotesi di totale infermità psichica, è proprio la seminfermità, quale circostanza attenuante inerente alla persona del colpevole, a richiedere maggiori riflessioni e una rivisitazione del campo di indagine, per quanto concerne i criteri normativi di riconoscimento e le modalità di accertamento e di “quantificazione”. Analoga considerazione merita la questione relativa al cumulo della pena e della misura di sicurezza, trattandosi di un contesto in cui si esplica pienamente il tanto discusso sistema del doppio binario. Al fine di adeguare lo spazio di operatività del vizio di mente alle evoluzioni sociali e a quelle medico-scientifiche, in un contesto in cui si incontrano (e talvolta scontrano) le conoscenze giuridiche e le ricerche empiriche, un posto di primo piano occupano ormai gli studi neuroscientifici e di genetica comportamentale, anche al fine di valutare il ruolo dei fattori emotivi sul comportamento umano.
9788833795324
seminfermità mente neuroscienze imputabilità misure sicurezza personalità
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Simona Tigano La seminfermità di mente. I diversi piani del giudizio Pacini Giuridica.pdf

solo utenti autorizzati

Tipologia: Versione Editoriale (PDF)
Dimensione 1.66 MB
Formato Adobe PDF
1.66 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/20.500.11769/537719
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact