Dall'avvento dei big data, numerosi scienziati sociali hanno cercato di comprendere il potere culturale in essi incorporato, estraendo dati qualitativi da un'enorme quantità di dati digitali quantitativi. Nonostante gli eccezionali progressi in questa direzione, l'interpretazione culturale dei contenuti digitali su larga scala è ancora agli inizi. Obiettivo di questo numero è quello di offrire nuove possibilità metodologiche e fornire strumenti innovativi per l’analisi qualitativa degli oggetti culturali digitali.

Cultural Machines

D. Bennato
Writing – Review & Editing
2022-01-01

Abstract

Dall'avvento dei big data, numerosi scienziati sociali hanno cercato di comprendere il potere culturale in essi incorporato, estraendo dati qualitativi da un'enorme quantità di dati digitali quantitativi. Nonostante gli eccezionali progressi in questa direzione, l'interpretazione culturale dei contenuti digitali su larga scala è ancora agli inizi. Obiettivo di questo numero è quello di offrire nuove possibilità metodologiche e fornire strumenti innovativi per l’analisi qualitativa degli oggetti culturali digitali.
big data, meme, fandom, piattaforme, metodologia, digital methods, sociologia digitale
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/20.500.11769/546141
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact