Comunicare il sacro: il caso della processione agatina