La clonazione in vitro ed in silico di SOD2 di Xenopus laevis e la sua analisi evolutiva mediante AntiClustAl, un nuovo programma per l’allineamento multiplo, dimostrano un’elevata conservazione della sua sequenza aminoacidica durante l’evoluzione