I sistemi fotovoltaici (FV) rappresentano una delle più valide alternative alla produzione di energia elettrica da fonte fossile. Un parametro che permette di confrontare da un punto di vista economico la competitività della soluzione fotovoltaica è la distanza dal “grid parity“,.il quale è un valore economico di soglia a partire dal quale le condizioni interne ed esterne delle applicazioni della tecnologia FV sono tali per cui il costo (prezzo) dell’energia elettrica FV è minore del costo (prezzo) di elettricità generata da altre fonti convenzionali. Per diminuire il costo del kWh fotovoltaico esistono delle soluzione alternative ai classici impianti fissi, tra queste possiamo annoverare: i sistemi fotovoltaici ad inseguimento ed i sistemi fotovoltaici a concentrazione (CPV). I sistemi a concentrazione hanno lo scopo di incrementare l’irraggiamento attraverso lenti o specchi e di diminuire la superficie attiva FV che rappresenta, attualmente, l’elemento più costoso di un impianto FV. I sistemi a concentrazione si dividono in bassa, media e alta concentrazione. I sistemi a bassa concentrazione sono i meno costosi perché sono costituiti da specchi. Un esempio di sistema solare a bassa concentrazione è il DoubleSun® Four. Nel contesto sopra descritto, risulta particolarmente utile ed interessante, mettere a confronto sistemi FV diversi per ricavare delle significative informazioni sul loro comportamento elettrico e termico nel clima siciliano. Il risultati del presente lavoro di ricerca si basano sia su modelli matematici che su dati sperimentali rilevati su impianti esistenti. In particolare si farà riferimenti ai due impianti FV installati presso l’istituto tecnico industriale statale “Guglielmo Marconi” di Catania. Il primo impianto, da 2,76 kWp, è un sistema ad inseguimento monoassiale (azimutale) con moduli rivolti a sud ed inclinati di 30°, mentre il secondo è un sistema ad inseguimento biassiale, da 860 Wp, costituito da un concentratore a specchi (sistema DoubleSun® Four della Ws Energy).

ANALISI DELLE PRESTAZIONI ENERGETICHE DI UN SISTEMA FOTOVOLTAICO A BASSA CONCENTRAZIONE:CASO STUDIO DELL’ITIS “GUGLIELMO MARCONI” - CATANIA

TINA, Giuseppe Marco;
2011

Abstract

I sistemi fotovoltaici (FV) rappresentano una delle più valide alternative alla produzione di energia elettrica da fonte fossile. Un parametro che permette di confrontare da un punto di vista economico la competitività della soluzione fotovoltaica è la distanza dal “grid parity“,.il quale è un valore economico di soglia a partire dal quale le condizioni interne ed esterne delle applicazioni della tecnologia FV sono tali per cui il costo (prezzo) dell’energia elettrica FV è minore del costo (prezzo) di elettricità generata da altre fonti convenzionali. Per diminuire il costo del kWh fotovoltaico esistono delle soluzione alternative ai classici impianti fissi, tra queste possiamo annoverare: i sistemi fotovoltaici ad inseguimento ed i sistemi fotovoltaici a concentrazione (CPV). I sistemi a concentrazione hanno lo scopo di incrementare l’irraggiamento attraverso lenti o specchi e di diminuire la superficie attiva FV che rappresenta, attualmente, l’elemento più costoso di un impianto FV. I sistemi a concentrazione si dividono in bassa, media e alta concentrazione. I sistemi a bassa concentrazione sono i meno costosi perché sono costituiti da specchi. Un esempio di sistema solare a bassa concentrazione è il DoubleSun® Four. Nel contesto sopra descritto, risulta particolarmente utile ed interessante, mettere a confronto sistemi FV diversi per ricavare delle significative informazioni sul loro comportamento elettrico e termico nel clima siciliano. Il risultati del presente lavoro di ricerca si basano sia su modelli matematici che su dati sperimentali rilevati su impianti esistenti. In particolare si farà riferimenti ai due impianti FV installati presso l’istituto tecnico industriale statale “Guglielmo Marconi” di Catania. Il primo impianto, da 2,76 kWp, è un sistema ad inseguimento monoassiale (azimutale) con moduli rivolti a sud ed inclinati di 30°, mentre il secondo è un sistema ad inseguimento biassiale, da 860 Wp, costituito da un concentratore a specchi (sistema DoubleSun® Four della Ws Energy).
978-88-95267-11-1
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/20.500.11769/88135
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact