This work deals with the accusations made against Origen by Theophilus of Alexandria who questioned the Alexandrine’s belief in astrology. This study analyses how divinization and astrology are not discounted by Christians, not even within a pagan context. Foreseeing the future is possible both for Christians and pagans. The distinction is made based on the legitimacy of the ‘operators’. It must be rejected as an illicit activity when it is the work of demons. In the second case, the Christian prophets operate with instruments and with a final aim which legitimates it.

A partire dalle accuse che vennero mosse a Origene da parte di Teofilo di Alessandria, che contestava all'alessandrino di credere nell'astrologia, la ricerca analizza come la divinazione e l'astrologia non siano negate dai cristiani, nemmeno in riferimento al contesto pagano. La previsone del futuro è possibile sia per i pagani che per i cristiani. La distinzione va fatta in base alla legittimità degli 'operatori'. E' da rigettare perché attività illecita nel primo caso, quando è opera dei démoni. Nel secondo, i profeti cristiani operano secondo strumenti e finalità che la rendono legittima.

Prognosis e mantike in Origene

SARDELLA, Teresa
1989

Abstract

A partire dalle accuse che vennero mosse a Origene da parte di Teofilo di Alessandria, che contestava all'alessandrino di credere nell'astrologia, la ricerca analizza come la divinazione e l'astrologia non siano negate dai cristiani, nemmeno in riferimento al contesto pagano. La previsone del futuro è possibile sia per i pagani che per i cristiani. La distinzione va fatta in base alla legittimità degli 'operatori'. E' da rigettare perché attività illecita nel primo caso, quando è opera dei démoni. Nel secondo, i profeti cristiani operano secondo strumenti e finalità che la rendono legittima.
This work deals with the accusations made against Origen by Theophilus of Alexandria who questioned the Alexandrine’s belief in astrology. This study analyses how divinization and astrology are not discounted by Christians, not even within a pagan context. Foreseeing the future is possible both for Christians and pagans. The distinction is made based on the legitimacy of the ‘operators’. It must be rejected as an illicit activity when it is the work of demons. In the second case, the Christian prophets operate with instruments and with a final aim which legitimates it.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/20.500.11769/94315
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact