L'analisi dell'opera di Tahar Ben Jelloun, con un corpus che va dal 1983 al 1990, costituisce una via d'accesso privilegiata alla letteratura magrebina di lingua francese, per le molteplici strategie di scritture, per le strutture narrative, per la sovrapposizione di voci che rendono conto dell'incontro di piani di espressione diversi e conflittuali ma che aprono alle suggestioni del conteur.

Oralità e scrittura nella narrativa di Tahar Ben Jelloun

RIZZO, Concettina
1997

Abstract

L'analisi dell'opera di Tahar Ben Jelloun, con un corpus che va dal 1983 al 1990, costituisce una via d'accesso privilegiata alla letteratura magrebina di lingua francese, per le molteplici strategie di scritture, per le strutture narrative, per la sovrapposizione di voci che rendono conto dell'incontro di piani di espressione diversi e conflittuali ma che aprono alle suggestioni del conteur.
Tradizione orale; Fiaba; analisi del discorso
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/20.500.11769/99443
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact