I difetti congeniti della glicosilazione, (Congenital Disorder of Glycosylation CDG), sono patologie neurogenetiche dovute al difetto di enzimi implicati nella glicosilazione delle proteine. Il quadro clinico è eterogeneo con uno spettro di sintomi e segni variamente rappresentati nei singoli difetti. Scopo: descriviamo due pazienti con CDG-I, in cui la manifestazione principale è una encefalopatia epilettica precoce. La diagnosi di CDG-I posta in due pazienti affetti da encefalopatia epilettica, microcefalia acquisita, dismorfismi facciali, artrogriposi, scoliosi e tetraparesi spastica, sottolinea l’importanza di effettuare gli accertamenti specifici per questo gruppo di malattie genetiche rare. Metodologie e soggetti: Paziente 1: 2 anni e tre mesi; ritardo di crescita intrauterina e ipocinesia fetale, parto alla 34a settimana. Alla nascita parametri auxologici nella norma, severa ipotonia artrogriposi , distress respiratorio. Dai due mesi crisi epilettiche farmaco resistenti, microcefalia progressiva, grave ritardo psicomotorio, tetraparesi spastica, infezioni respiratorie frequenti con distress. Esame clinico: microcefalia, dismorfismi facciali, collo corto e grave scoliosi. Artrogriposi arti superiori e inferiori. Tetraparesi spastica. Esami strumentali RM: semplificazione della girazione con atrofia diffusa. EMG/ VCN: nella norma, BAEP e PEV: modesta alterazione della trasmissione centrale. Eco addome: fegato di dimensioni ed ecostruttura incrementate. Fondo oculare: iride stellata e atrofia ottica. EEG: scarsa organizzazione, anomalie parossistiche multifocali; crisi ad esordio emisferico destro o sinistro, con arresto psicomotorio, versione capo, manifestazioni toniche asimmetriche, talora clonie. Paziente 2: 16 mesi. Gravidanza normodecorsa, parto eutocico. Parametri auxologici nella norma. Alla nascita motricità povera. Ad un mese crisi parziali, pluriquotidiane farmacoresistenti, grave ritardo psicomotorio, infezioni respiratorie ricorrenti. Esame obiettivo: microcefalia, aplasia cutis dello scalpo. Dismorfismi facciali. Artrogriposi degli arti superiori e inferiori. Scoliosi. Tetraparesi spastica.Esami strumentali. RM encefalo: semplificazione della girazione con atrofia diffusa. EMG/ENG e PEV: nella norma, BAEP: bassa ampiezza con latenza conservata. Eco addome e fondo oculare nella norma. EEG: rallentato, anomalie parossistiche multifocali; numerose crisi ad esordio emisferico destro o sinistro, versione del capo, manifestazioni toniche asimmetriche, incostantemente clonie. Esami di laboratorio dei due pazienti: Isoelettrofocusing della transferrina sierica (IEF) : aumento di sialo-tranferrina con assenza di asialo-transferrina in entrambi. Analisi MALDI-TOF della transferrina sierica: in entrambi i pazienti difetto di glicosilazione in accordo con analisi IEF . Oligosaccaridi legati ai lipidi (LLO) su fibroblasti: profilo alterato nel primo paziente, in corso nel secondo. Analisi di mutazione del gene ALG3 (CDG-Id) in corso. Risultati e discussione: entrambi i pazienti presentano encefalopatia epilettica ad esordio precoce associata a microcefalia acquisita, dismorfismi facciali, artrogriposi e tetraparesi spastica. La RM encefalo in entrambi i casi mostra una semplificazione della girazione con progressiva e diffusa atrofia. Le crisi epilettiche ad esordio nei primi 3 mesi e farmacoresistenti, mostrano un pattern elettroclinico caratterizzato da coinvolgimento sincrono o asincrono dei due emisferi con manifestazioni cliniche prevalentemente di tipo motorio. L’IEF eseguita nel primo anno di vita ha mostrato in entrambi i pazienti, un pattern di CDG di tipo I. Le sindromi CDG sono un gruppo di difetti clinicamente e biochimicamente eterogeneo, probabilmente sotto diagnosticato. Si sottolinea l’importanza di eseguire l’analisi IEF su siero in pazienti affetti da encefalopatia epilettica da causa non nota specie in presenza di dimorfismi facciali, epatopatia e artrogriposi.

ENCEFALOPATIA EPILETTICA PRECOCE ASSOCIATA A DIFETTI CONGENITI DELLA GLICOSILAZIONE (CDG).

BARONE, RITA MARIA ELISA;
2011

Abstract

I difetti congeniti della glicosilazione, (Congenital Disorder of Glycosylation CDG), sono patologie neurogenetiche dovute al difetto di enzimi implicati nella glicosilazione delle proteine. Il quadro clinico è eterogeneo con uno spettro di sintomi e segni variamente rappresentati nei singoli difetti. Scopo: descriviamo due pazienti con CDG-I, in cui la manifestazione principale è una encefalopatia epilettica precoce. La diagnosi di CDG-I posta in due pazienti affetti da encefalopatia epilettica, microcefalia acquisita, dismorfismi facciali, artrogriposi, scoliosi e tetraparesi spastica, sottolinea l’importanza di effettuare gli accertamenti specifici per questo gruppo di malattie genetiche rare. Metodologie e soggetti: Paziente 1: 2 anni e tre mesi; ritardo di crescita intrauterina e ipocinesia fetale, parto alla 34a settimana. Alla nascita parametri auxologici nella norma, severa ipotonia artrogriposi , distress respiratorio. Dai due mesi crisi epilettiche farmaco resistenti, microcefalia progressiva, grave ritardo psicomotorio, tetraparesi spastica, infezioni respiratorie frequenti con distress. Esame clinico: microcefalia, dismorfismi facciali, collo corto e grave scoliosi. Artrogriposi arti superiori e inferiori. Tetraparesi spastica. Esami strumentali RM: semplificazione della girazione con atrofia diffusa. EMG/ VCN: nella norma, BAEP e PEV: modesta alterazione della trasmissione centrale. Eco addome: fegato di dimensioni ed ecostruttura incrementate. Fondo oculare: iride stellata e atrofia ottica. EEG: scarsa organizzazione, anomalie parossistiche multifocali; crisi ad esordio emisferico destro o sinistro, con arresto psicomotorio, versione capo, manifestazioni toniche asimmetriche, talora clonie. Paziente 2: 16 mesi. Gravidanza normodecorsa, parto eutocico. Parametri auxologici nella norma. Alla nascita motricità povera. Ad un mese crisi parziali, pluriquotidiane farmacoresistenti, grave ritardo psicomotorio, infezioni respiratorie ricorrenti. Esame obiettivo: microcefalia, aplasia cutis dello scalpo. Dismorfismi facciali. Artrogriposi degli arti superiori e inferiori. Scoliosi. Tetraparesi spastica.Esami strumentali. RM encefalo: semplificazione della girazione con atrofia diffusa. EMG/ENG e PEV: nella norma, BAEP: bassa ampiezza con latenza conservata. Eco addome e fondo oculare nella norma. EEG: rallentato, anomalie parossistiche multifocali; numerose crisi ad esordio emisferico destro o sinistro, versione del capo, manifestazioni toniche asimmetriche, incostantemente clonie. Esami di laboratorio dei due pazienti: Isoelettrofocusing della transferrina sierica (IEF) : aumento di sialo-tranferrina con assenza di asialo-transferrina in entrambi. Analisi MALDI-TOF della transferrina sierica: in entrambi i pazienti difetto di glicosilazione in accordo con analisi IEF . Oligosaccaridi legati ai lipidi (LLO) su fibroblasti: profilo alterato nel primo paziente, in corso nel secondo. Analisi di mutazione del gene ALG3 (CDG-Id) in corso. Risultati e discussione: entrambi i pazienti presentano encefalopatia epilettica ad esordio precoce associata a microcefalia acquisita, dismorfismi facciali, artrogriposi e tetraparesi spastica. La RM encefalo in entrambi i casi mostra una semplificazione della girazione con progressiva e diffusa atrofia. Le crisi epilettiche ad esordio nei primi 3 mesi e farmacoresistenti, mostrano un pattern elettroclinico caratterizzato da coinvolgimento sincrono o asincrono dei due emisferi con manifestazioni cliniche prevalentemente di tipo motorio. L’IEF eseguita nel primo anno di vita ha mostrato in entrambi i pazienti, un pattern di CDG di tipo I. Le sindromi CDG sono un gruppo di difetti clinicamente e biochimicamente eterogeneo, probabilmente sotto diagnosticato. Si sottolinea l’importanza di eseguire l’analisi IEF su siero in pazienti affetti da encefalopatia epilettica da causa non nota specie in presenza di dimorfismi facciali, epatopatia e artrogriposi.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/20.500.11769/103630
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact