E’ noto che la diagnosi di abuso sui minori non può essere certa in assenza di dati anamnestici convalidati e reperti clinici positivi all’esame medico con la possibilità concreta di incorrere in falsi positivi o negativi. Allo scopo di offrire un contributo all’affinamento della valutazione delle diverse forme di abuso nasce il TPA, Test Proiettivo dell’Abuso Infantile, costituito da 10 tavole che propongono stimoli esplicitamente aggressivi di incidente familiare, di relazione con figure di adulti, di bullismo e di confronto del bambino con situazioni di solitudine e di autonomia - dipendenza dalla famiglia. L’analisi delle storie delle dieci tavole permette di valutare le relazioni oggettuali del bambino, la rappresentazione che egli ha di sé stesso, il suo adattamento all’interno del gruppo scuola. Il test è stato somministrato a soggetti di età variante dai 6 ai 17 anni, distinti in soggetti nella cui anamnesi è stata esclusa un’esperienza di violenza familiare, gruppo di controllo, soggetti con diagnosi di abuso intrafamiliare, ospitati, con provvedimento del Tribunale dei minori di Catania, presso comunità della Sicilia orientale, gruppo sperimentale, ed infine soggetti segnalati dagli insegnanti a scuola per disordine del comportamento, bullismo, gruppo segnalati. I dati rilevati attraverso il Test Proiettivo dell’Abuso (TPA) e del questionario anamnestico, appositamente predisposto, sono stati elaborati con i programmi statistici SPSS e SPAD. L’utilità del test sembra emergere tra i tre gruppi esaminati nella differenziazione, alle risposte al test, della qualità delle relazioni oggettuali, dei disturbi dell’aggressività,del bullismo. E’ evidente che l’esposizione a scene di violenza domestica, senza l’intervento di fattori protettivi, può ingenerare seri danni nello sviluppo psicologico del bambino e nelle sue capacità di adattamento, più o meno gravi in relazione alla precocità, alla durata e alla severità del maltrattamento subito.

La violenza domestica al test proiettivo dell'abuso infantile

MENDORLA, Giuseppa
2005

Abstract

E’ noto che la diagnosi di abuso sui minori non può essere certa in assenza di dati anamnestici convalidati e reperti clinici positivi all’esame medico con la possibilità concreta di incorrere in falsi positivi o negativi. Allo scopo di offrire un contributo all’affinamento della valutazione delle diverse forme di abuso nasce il TPA, Test Proiettivo dell’Abuso Infantile, costituito da 10 tavole che propongono stimoli esplicitamente aggressivi di incidente familiare, di relazione con figure di adulti, di bullismo e di confronto del bambino con situazioni di solitudine e di autonomia - dipendenza dalla famiglia. L’analisi delle storie delle dieci tavole permette di valutare le relazioni oggettuali del bambino, la rappresentazione che egli ha di sé stesso, il suo adattamento all’interno del gruppo scuola. Il test è stato somministrato a soggetti di età variante dai 6 ai 17 anni, distinti in soggetti nella cui anamnesi è stata esclusa un’esperienza di violenza familiare, gruppo di controllo, soggetti con diagnosi di abuso intrafamiliare, ospitati, con provvedimento del Tribunale dei minori di Catania, presso comunità della Sicilia orientale, gruppo sperimentale, ed infine soggetti segnalati dagli insegnanti a scuola per disordine del comportamento, bullismo, gruppo segnalati. I dati rilevati attraverso il Test Proiettivo dell’Abuso (TPA) e del questionario anamnestico, appositamente predisposto, sono stati elaborati con i programmi statistici SPSS e SPAD. L’utilità del test sembra emergere tra i tre gruppi esaminati nella differenziazione, alle risposte al test, della qualità delle relazioni oggettuali, dei disturbi dell’aggressività,del bullismo. E’ evidente che l’esposizione a scene di violenza domestica, senza l’intervento di fattori protettivi, può ingenerare seri danni nello sviluppo psicologico del bambino e nelle sue capacità di adattamento, più o meno gravi in relazione alla precocità, alla durata e alla severità del maltrattamento subito.
8877512490
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/20.500.11769/104056
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact