Una «capricciosa macchina» lignea. Il coro di Scipione di Guido nella Cattedrale di Catania