Note storico-filosofiche per una rilettura di Léon Brunschvicg