Lacrime delle donne e adulterio tra storia, diritto e fictio. Su un romanzo di Manlio Bellomo