Migrazione come esodo. Il caso degli anarchici nell'Ottocento