“La torre de cristal” di Reinaldo Arenas ovvero la dimensione incerta della realtà