Avola da casale a città. I banni baronali