«Sono ammalata, non ci posso far niente»: malattia, morte e resistenza negli scritti di Etty Hillesum