Il capitolo intende rispondere alle seguenti domande di ricerca: - Esiste una significativa differenza nell’assegnazione dei fondi alle ONG da parte degli Stati membri e di ECHO? - Quali fattori determinano la propensione degli Stati membri a scegliere le ONG per implementare i propri interventi umanitari? - Qual è l'impatto dell’Italia sulle politiche UE di risposta alle emergenze rispetto all'impatto degli altri Stati membri? - Quali fattori interni ed internazionali determinano la performance italiana, rispetto alla cooperazione con le ONG, per implementare progetti umanitari? Il capitolo è diviso in tre parti. La prima parte discute la letteratura sull'azione umanitaria e pone il problema di come e in che misura le ONG umanitarie svolgono un ruolo nella gestione delle risposte di crisi. La seconda parte analizza ed approfondisce il caso italiano, in particolare le relazioni con le ONG e le modalità attraverso le quali queste producono un impatto sulla politica di cooperazione allo sviluppo. La terza offre un’analisi empirica dell’allocazione di fondi ai progetti implementati dalle ONG, al fine di valutare trend tradizionali ed innovazioni, anche rispetto alle aree geografiche privilegiate. In questa parte, il caso italiano viene approfondito e confrontato con gli altri stati membri, I dati empirici sono tratti da EDRIS (European Disaster Response Information System), che fornisce dati reali sul contributo alle politiche umanitarie, sia da parte di ECHO, che dagli stati membri.

L’Italia, le politiche di gestione delle emergenze umanitarie e le ONG tra dimensione nazionale ed europea

Daniela Irrera
2019

Abstract

Il capitolo intende rispondere alle seguenti domande di ricerca: - Esiste una significativa differenza nell’assegnazione dei fondi alle ONG da parte degli Stati membri e di ECHO? - Quali fattori determinano la propensione degli Stati membri a scegliere le ONG per implementare i propri interventi umanitari? - Qual è l'impatto dell’Italia sulle politiche UE di risposta alle emergenze rispetto all'impatto degli altri Stati membri? - Quali fattori interni ed internazionali determinano la performance italiana, rispetto alla cooperazione con le ONG, per implementare progetti umanitari? Il capitolo è diviso in tre parti. La prima parte discute la letteratura sull'azione umanitaria e pone il problema di come e in che misura le ONG umanitarie svolgono un ruolo nella gestione delle risposte di crisi. La seconda parte analizza ed approfondisce il caso italiano, in particolare le relazioni con le ONG e le modalità attraverso le quali queste producono un impatto sulla politica di cooperazione allo sviluppo. La terza offre un’analisi empirica dell’allocazione di fondi ai progetti implementati dalle ONG, al fine di valutare trend tradizionali ed innovazioni, anche rispetto alle aree geografiche privilegiate. In questa parte, il caso italiano viene approfondito e confrontato con gli altri stati membri, I dati empirici sono tratti da EDRIS (European Disaster Response Information System), che fornisce dati reali sul contributo alle politiche umanitarie, sia da parte di ECHO, che dagli stati membri.
978-88-15-28093-0
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
POLITICHE DI GESTIONE.pdf

non disponibili

Tipologia: Versione Editoriale (PDF)
Dimensione 1.53 MB
Formato Adobe PDF
1.53 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/20.500.11769/362614
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact