Sul tema della guerra e in particolare del corpo del caduto, si propone un raffronto tra i testi (e i mondi) di due autori, Giovanni Verga e del premio nobel 2015, Svetlana Aleksievič, distanti nel tempo e nello spazio, ma accomunati dal voler contenere, o dissimulare, nelle loro narrazioni polifoniche, la presenza autoriale. Un accostamento indirizzato a rilevare la comune «concrezione» antropologica trattata (la guerra, il corpo del caduto, l’attesa da parte della donna), ma soprattutto la connotazione storica delle diverse forme di scrittura e dei mondi rappresentati. Alcuni testi di Verga e della Aleksievič (tratti in particolare da Ragazzi di zinco) rappresentano in modo emblematico un fenomeno drammaticamente caratterizzante la condizione umana e possono consentire di evidenziare mutamenti (dalle guerre risorgimentali ai conflitti della più recente modernità) riguardanti il reale, l’immaginario, e le «forme del contenuto».

Corpi dei caduti, guerre moderne, narrazioni polifoniche: Giovanni Verga e Svetlana Aleksievič

Manganaro Andrea
2018

Abstract

Sul tema della guerra e in particolare del corpo del caduto, si propone un raffronto tra i testi (e i mondi) di due autori, Giovanni Verga e del premio nobel 2015, Svetlana Aleksievič, distanti nel tempo e nello spazio, ma accomunati dal voler contenere, o dissimulare, nelle loro narrazioni polifoniche, la presenza autoriale. Un accostamento indirizzato a rilevare la comune «concrezione» antropologica trattata (la guerra, il corpo del caduto, l’attesa da parte della donna), ma soprattutto la connotazione storica delle diverse forme di scrittura e dei mondi rappresentati. Alcuni testi di Verga e della Aleksievič (tratti in particolare da Ragazzi di zinco) rappresentano in modo emblematico un fenomeno drammaticamente caratterizzante la condizione umana e possono consentire di evidenziare mutamenti (dalle guerre risorgimentali ai conflitti della più recente modernità) riguardanti il reale, l’immaginario, e le «forme del contenuto».
978-884675428-8
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
MANGANARO MOD 2016.pdf

non disponibili

Tipologia: Versione Editoriale (PDF)
Dimensione 317.78 kB
Formato Adobe PDF
317.78 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/20.500.11769/366133
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact