Un governatore equestre fra rettitudine e diritto: la “giustizia” di Terenzio Marciano