Oggetto del volume la rappresentazione del limite, suggestione ideale da cui partire per riunire le fila delle frontiere materiali e immateriali che, da un verso all’altro, percorrono la storia europea fino ai nostri giorni. E nel farlo, mantenere sullo sfondo la grande questione della costruzione dell’altro come diverso e nemico, ma riportando il discorso sul piano della ricerca e dell’analisi storica al fine di mostrare come questa continua produzione di muri e frontiere, sia l’esito di processi iniziati nel mondo antico e proseguiti nel corso dei secoli per definire sovranità, giurisdizioni, identità

Dei confini infranti e delle frontiere immateriali. Rappresentazioni, discorsi, pratiche

Lina Scalisi
2019

Abstract

Oggetto del volume la rappresentazione del limite, suggestione ideale da cui partire per riunire le fila delle frontiere materiali e immateriali che, da un verso all’altro, percorrono la storia europea fino ai nostri giorni. E nel farlo, mantenere sullo sfondo la grande questione della costruzione dell’altro come diverso e nemico, ma riportando il discorso sul piano della ricerca e dell’analisi storica al fine di mostrare come questa continua produzione di muri e frontiere, sia l’esito di processi iniziati nel mondo antico e proseguiti nel corso dei secoli per definire sovranità, giurisdizioni, identità
9788833132587
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/20.500.11769/375231
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact