La visione che (non) uccide