Due prospettive sull’autocoscienza nel commentario al De anima attribuito a Simplicio