Gli esperti della legge non hanno potuto fare a meno di valutare le conseguenze del viaggio sugli adempimenti degli obblighi religiosi del credente e, in particolare, sulla preghiera canonica obbligatoria, la pratica più importante legata alla manifestazione della fede nel Dio uno e unico che scandisce il giorno e la notte della vita del musulmano. Il contributo prende in esame la connessione viaggio-preghiera canonica obbligatoria per mettere a fuoco gli effetti giuridici del viaggio sull’adempimento di tale precetto da parte del viandante musulmano sciita imamita. Il testo, difatti, che si è scelto di analizzare è il Kitāb al-Kāfī (Il Libro Sufficiente) di Muhammad al-Kulaynī (sec. X).

Il tempo del viaggio, il tempo della preghiera

Bottini Laura
2019-01-01

Abstract

Gli esperti della legge non hanno potuto fare a meno di valutare le conseguenze del viaggio sugli adempimenti degli obblighi religiosi del credente e, in particolare, sulla preghiera canonica obbligatoria, la pratica più importante legata alla manifestazione della fede nel Dio uno e unico che scandisce il giorno e la notte della vita del musulmano. Il contributo prende in esame la connessione viaggio-preghiera canonica obbligatoria per mettere a fuoco gli effetti giuridici del viaggio sull’adempimento di tale precetto da parte del viandante musulmano sciita imamita. Il testo, difatti, che si è scelto di analizzare è il Kitāb al-Kāfī (Il Libro Sufficiente) di Muhammad al-Kulaynī (sec. X).
978-88-255-2693-6
al-Kulaynī, Muhammad; preghiera canonica musulmana (salat)
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/20.500.11769/406043
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact