Ripensare la dimensione "pubblica" dell'homelessness