In 2012 Wu Ming 2 and Antar Mohamed published Timira. Romanzo meticcio (Einaudi). The book narrates the life of Isabella Marincola, who is Antar’s mother and the Italian-Somali protagonist of a text that mixes fiction and archival documents, reflecting Isabella’s ‘hybrid’ subjectivity in an incisive ensemble of genres and forms. This case study is the starting point of the contribution, that focuses on peculiar aspects of contemporary literature related to the notion of ‘authorship’, the so-called ‘letteratura della migrazione’, the novel as a literary genre. The inclusion of Timira also in a wider and interdisciplinary narrative project is adequate on the contemporary literary context. The project includes, among other initiatives, a reading and a web site; these ‘rhizomatic’ expansions of the text will guide the closing remarks.

Nel 2012 viene pubblicato a firma di Wu Ming 2 e di Antar Mohamed Timira. Romanzo meticcio, che racconta la vita di Isabella Marincola, madre di Antar e protagonista italo-somala di un testo che fonde alla finzione narrativa materiali d’archivio, riflettendo la soggettività ‘meticcia’ di Isabella in una efficace commistione di generi e forme. È a partire da questo caso di studio che nel presente contributo si propone una riflessione su alcuni aspetti peculiari della contemporaneità letteraria, che coinvolgono il genere della letteratura della migrazione, il concetto di autorialità e la discussione intorno al canone imposto da una ridefinizione degli elementi identitari e dalla dimensione globale di una parte sempre più consistente della produzione letteraria. Pienamente adeguato al contesto contemporaneo appare anche l’inserimento di Timira in un laboratorio più ampio di carattere pluridisciplinare, il Progetto Transmediale Multiautore, che comprende, tra le altre iniziative, uno spettacolo teatrale e un sito internet; saranno tali espansioni ‘rizomatiche’ del testo a guidare le osservazioni conclusive.

Timira. Romanzo meticcio degli anni Zero

Corinne Pontillo
2021

Abstract

Nel 2012 viene pubblicato a firma di Wu Ming 2 e di Antar Mohamed Timira. Romanzo meticcio, che racconta la vita di Isabella Marincola, madre di Antar e protagonista italo-somala di un testo che fonde alla finzione narrativa materiali d’archivio, riflettendo la soggettività ‘meticcia’ di Isabella in una efficace commistione di generi e forme. È a partire da questo caso di studio che nel presente contributo si propone una riflessione su alcuni aspetti peculiari della contemporaneità letteraria, che coinvolgono il genere della letteratura della migrazione, il concetto di autorialità e la discussione intorno al canone imposto da una ridefinizione degli elementi identitari e dalla dimensione globale di una parte sempre più consistente della produzione letteraria. Pienamente adeguato al contesto contemporaneo appare anche l’inserimento di Timira in un laboratorio più ampio di carattere pluridisciplinare, il Progetto Transmediale Multiautore, che comprende, tra le altre iniziative, uno spettacolo teatrale e un sito internet; saranno tali espansioni ‘rizomatiche’ del testo a guidare le osservazioni conclusive.
9788861102224
In 2012 Wu Ming 2 and Antar Mohamed published Timira. Romanzo meticcio (Einaudi). The book narrates the life of Isabella Marincola, who is Antar’s mother and the Italian-Somali protagonist of a text that mixes fiction and archival documents, reflecting Isabella’s ‘hybrid’ subjectivity in an incisive ensemble of genres and forms. This case study is the starting point of the contribution, that focuses on peculiar aspects of contemporary literature related to the notion of ‘authorship’, the so-called ‘letteratura della migrazione’, the novel as a literary genre. The inclusion of Timira also in a wider and interdisciplinary narrative project is adequate on the contemporary literary context. The project includes, among other initiatives, a reading and a web site; these ‘rhizomatic’ expansions of the text will guide the closing remarks.
Timira, Wu Ming 2, letteratura, romanzo, New Italian Epic
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/20.500.11769/541005
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact