Educazione permanente tra continuità e discontinuità