La riflessione di Cesare Brandi su Noto si colloca in un momento storico cruciale – quello fra gli anni Cinquanta e gli anni Settanta – contrassegnato dal fenomeno epocale della proliferazione dell’edilizia di massa, attuata al di fuori di qualsiasi principio coerente di regolamentazione e, soprattutto, impostata a criteri di mera efficienza funzionale. Il confronto fra la città antica e la città moderna si pone per la prima volta nei termini dell’emergenza, palesando in modo chiaro da una parte l’inadeguatezza della città antica rispetto a tutte le multiformi esigenze del presente e, dall’altra, l’aggressività dei processi trasformativi che rischiano di travolgere le compagini consolidate. Sono temi che emergono prepotentemente negli scritti brandiani dedicati alla città di Noto, date e momenti che scandiscono la continuità del rapporto e testimoniano, ad un tempo, la costanza di un interesse e l’inesorabile trasformazione dei luoghi, delle modalità di vita, delle condizioni politiche e culturali, del destino stesso della città, sullo sfondo della seconda metà del secolo appena trascorso.

Cesare Brandi e Noto. Spunti per un ragionamento sul rapporto fra conservazione e modernità nel secondo Novecento

VITALE, MARIA
2007

Abstract

La riflessione di Cesare Brandi su Noto si colloca in un momento storico cruciale – quello fra gli anni Cinquanta e gli anni Settanta – contrassegnato dal fenomeno epocale della proliferazione dell’edilizia di massa, attuata al di fuori di qualsiasi principio coerente di regolamentazione e, soprattutto, impostata a criteri di mera efficienza funzionale. Il confronto fra la città antica e la città moderna si pone per la prima volta nei termini dell’emergenza, palesando in modo chiaro da una parte l’inadeguatezza della città antica rispetto a tutte le multiformi esigenze del presente e, dall’altra, l’aggressività dei processi trasformativi che rischiano di travolgere le compagini consolidate. Sono temi che emergono prepotentemente negli scritti brandiani dedicati alla città di Noto, date e momenti che scandiscono la continuità del rapporto e testimoniano, ad un tempo, la costanza di un interesse e l’inesorabile trasformazione dei luoghi, delle modalità di vita, delle condizioni politiche e culturali, del destino stesso della città, sullo sfondo della seconda metà del secolo appena trascorso.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/20.500.11769/60587
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact