Sull'opportunità di un vaglio di compatibilità dei criteri di giurisdizione con l'art. 6 CEDU e sul ruolo che potrebbe svolgere la Corte europea dei diritti dell'uomo