Sulla progettata abrogazione della successione necessaria