L’allocuzione inversa, nominativale e dativale del siciliano