Librarsi nello spazio, fermare il tempo. Iperboli filosofiche e lembi di fantascienza in utopie est-asiatiche