«Una architettura fantastica dentro un lago di rovine». Apologhi per immagini della Palermo di Sciascia